Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Il matrimonio combinato per una disputa familiare

Pakistan: sposa di 6 anni per risolvere una faida, 6 arresti


Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
24/10/2013, 10:24

BAZKHELA (PAKISTAN) - Una bambina di 6 anni usata come merce per far finire una faida tra due famiglie: in questa maniera, con un vecchio rituale tribale, chiamato "Swara" (che consiste nel far sposare due componenti dei due diversi gruppi familiari per sancire la pace), è stata risolta una situazione nella città di Bazkhela, nel nord est del Pakistan. La bambina di 6 anni è stata data in sposa ad un ragazzo di 16 dell'altra famiglia, come ordinato da una jirga, un consiglio di anziani. 
Ma le tradizioni cozzano con la legge del Pakistan, per cui la Polizia è intervenuta con la mano dura, arrestando sei persone, tra cui lo sposo, il padre della bambina e il religioso che ha celebrato il matrimonio. 
Non è un caso isolato, in media i matrimoni forzati in Pakistan ne avvengono di continuo, più di uno a settimana. E sono concentrati soprattutto nelle zone montuose al confine con il Pakistan e nelle zone rurali, cioè zone ad alto tasso di povertà e di ignoranza, dove sono le tradizioni e i riti a diventare legge.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©