Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

OMS e ONU sospendono le vaccinazioni

Pakistan: uccisi 8 volontari della campagna "anti-poliomielite"


Pakistan: uccisi 8 volontari della campagna 'anti-poliomielite'
19/12/2012, 11:13

KARACHI (PAKISTAN) - Nelle ultime 48 ore sconosciuti hanno ucciso ben otto  persone facenti parte della campagna, indetta dall'Onu con la collaborazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, per la vaccinazione di massa contro la poliomielite. Ieri il primo attacco contro un gruppo di cinque volontari - la più giovane delle quali aveva 17 anni - uccisi a colpi di mitra. Oggi altri due volontari e il loro autista sono caduti in una imboscata e sono stati uccisi anche loro. 
Chi sia stato non è ancora noto. Ma non è un mistero che i talebani hanno più volte minacciato le organizzazioni di volontari legate all'Onu, accusandole di voler solo "corrompere" la popolazione pakistana. In realtà la campagna di massicce vaccinazioni antipolio in Pakistan ha ottenuto grandi risultati: se nel 1994 c'erano oltre 20 mila casi all'anno, nel 2010 si è scesi a 56. Un enorme miglioramento delle condizioni di salute della popolazione, grazie anche al sostegno del governo pakistano; un sostegno che però non si estende al fornire scorte e protezione alle associazioni di volontari

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©