Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

PAKISTAN: UNA LEGGE SALVERA' LA VITA A 7.000 DETENUTI NEL BRACCIO DELLA MORTE


PAKISTAN: UNA LEGGE SALVERA' LA VITA A 7.000 DETENUTI NEL BRACCIO DELLA MORTE
03/07/2008, 17:07

Arrivano finalmente buone notizie dal Pakistan.
Il governo di Islamabad ha approvato un provvedimento che commuterà la pena di morte in carcere a vita. Circa 7.000 detenuti, in attesa di esecuzione, potrebbero beneficiare della nuova legge. Non è chiaro se rientrano in questo mutamento di condanna anche i processati per traffico di stupefacenti, spionaggio e terrorismo.
Amnesty International si è detta soddisfatta per la decisione del governo pakistano ed ha invitato il Presidente Musharraf a promulgare quanto prima la legge.
"Si dovrebbe trattare di una mera formalità, perchè già nel 2002 il governo dello stesso Musharraf risparmiò la vita a molti giovani rinchiusi nel braccio della morte" -fanno sapere dalla sede dell'organizzazione.
La svolta pakistana sarebbe da considerarsi come la più grande commutazione di pena avvenuta nell'epoca moderna e chissà che non possa essere il preludio dell'abolizione definitiva della pena di morte.

Commenta Stampa
di Serena Grassia
Riproduzione riservata ©