Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Probabile un governo di coalizione. I talebani insorgono

Pakistan, voto sotto le bombe: vince Sharif ma non basta


Pakistan, voto sotto le bombe: vince Sharif ma non basta
12/05/2013, 19:32

PAKISTAN - Mancano ancora i risultati ufficiali, ma secondo i dati elaborati dai media l'ex premier pachistano, Nawaz Sharif, leader del Movimento musulmano pachistano-Nawaz (Pml-N) ha vinto ampiamente le elezioni legislative di ieri. Tuttavia, il suo partito non riuscirebbe a ottenere la soglia dei 172 seggi necessari per la maggioranza di governo e dovrà cercare alleati per formare una coalizione. La Commissione elettorale del Pakistan (Ecp) sta lentamente comunicando risultati che non sono ancora indicativi, ma secondo GEO Tv, che ha elaborato i dati a sua disposizione relativi a 263 dei 272 seggi dell'Assemblea nazionale, 128 sono stati assegnati al Pml-N, 34 al Movimento per la Giustizia (Pti) dell'ex campione di cricket Imran Khan (che ha riconosciuto la vittoria dell'avversario) e 31 al Partito del popolo pachistano (Ppp, leader del governo uscente). Pur potendo aggiungere a questi seggi una quota, proporzionale ai voti ottenuti, dei 60 seggi riservati alle donne, sembrerebbe che il partito d Nawaz dovrà trovare appoggio fra il folto gruppo dei quasi 30 indipendenti per poter superare con un margine di sicurezza la soglia dei 172 seggi necessari per governare. In un discorso ieri sera a Lahore, il leader politico conservatore, conosciuto anche come il 'Leone del Punkab', ha rivendicato la vittoria e ha chiesto ai suoi sostenitori di "pregare affinché il Pml-N possa formare un governo da solo e non attraverso una coalizione, formula che non serve per risolvere i problemi" del Paese.

Sono state almeno 10 le vittime di una esplosione vicino a un seggio a Karachi.. La deflagrazione è avvenuta nell'area di Dawood Chorangi dove si trovava un candidato del partito dell'Awami National Party (Anp), Amanullah Mehsud, che è sopravvissuto all'attacco. Il gruppo politico pashtun laico, che faceva parte della coalizione di governo, è nel mirino del principale movimento armato talebani. Da quanto è emerso, l'esplosivo era nascosto su un auto-risciò parcheggiato. Lo scoppio è stato molto potente e ha seminato il panico nel quartiere. Ha distrutto diversi negozi e mandato in frantumi i vetri delle finestre. Tra i feriti ci sono diversi bambini. Una fonte della polizia ha riferito che Mehsud si trovava a bordo di un auto e che non è stato colpito dall'ordigno. Mentre sono in corso le operazione di voto, un'altra esplosione è stata udita sempre a Karachi, nell'area di Landhi, ma non si hanno ancora notizie sui eventuali danni. I talebani del Ttp (Tehrik-e-taleban Pakistan) avevano lanciato una campagna di sabotaggio del voto con vari avvertimenti ai principali partiti filo governativi e agli elettori.

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©