Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Era stata denunciata per aver bruciato pagine del Corano

Pakistan:assolta la ragazza disabile accusata di blasfemia


Pakistan:assolta la ragazza disabile accusata di blasfemia
20/11/2012, 09:44

ISALAMABAD - Rimsha Masih, la ragazza pakistana disabile cristiana accusata da un imam di blasfemia per aver bruciato pagine del Corano, e' stata assolta. A renderlo noto, il suo avvocato, Akmal Bhatti. Il caso, che aveva suscitato indignazione in tutto il mondo, era scoppiato dopo l'arresto di Rimsha, una ragazza di 14 anni affetta da sindrome Down, il 16 agosto, in seguito alla denuncia dell'imam Mohammed Khalid Chishti.

Rimsha era già  stata rilasciata l'8 settembre, dopo tre settimane trascorse in un carcere per adulti, in seguito alla svolta dell'arresto dell'imam che per denunciarla avrebbe inserito le pagine del Corano in una busta della ragazza contenente carta bruciata. La polizia aveva detto alla magistratura di assolverla e aveva chiesto l'incriminazione dell'imam per falsificazione di prove e blasfemia.

Paul Bhatti, l'unico ministro cristiano nel governo pakistano, ha confermato la sentenza di assoluzione: "Giustizia e' stata fatta e il diritto e' stato applicato dal tribunale".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©