Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

La Casa Bianca: "Diritto di esistere ad Israele"

Palestina, accordo di riconciliazione tra Hamas e Fatah

Gaza City, corteo disperso a bastonate

Palestina, accordo di riconciliazione tra Hamas e Fatah
28/04/2011, 21:04

CAIRO - Le due principali fazioni palestinesi di Hamas e Fatah hanno firmato un accordo sulla formazione di un governo e le elezioni entro un anno. Già nel marzo del 2009 sembrò quasi raggiunto un accordo per le elezioni, ma non fu portato a termine a causa delle divergenze tra Hamas che controlla Gaza e Fatah che governa la Cisgiordania. Al Cairo si sono svolti i colloqui tra le due delegazioni. Secondo il premier israeliano Benyamin Netanyahu è doverosa una scelta da parte dell'Autorità nazionale palestinese Abu Mazen tra la pace con Israele oppure con Hamas. Intanto dagli Stati Uniti viene ribadita l'importanza del riconoscimento da parte di tutte le fazioni palestinesi ad Israele del diritto di esistere. "Qualsiasi governo unitario palestinese, deve rinunciare alla violenza, riconoscere il diritto di Israele a esistere, il rispetto degli accordi preesistenti se vuole raggiungere la pace", ha sottolineato la Casa Bianca. La scorsa notte un corteo organizzato nel centro di Gaza City è stato disperso a bastonate dai servizi di sicurezza di Hamas. Corteo organizzato per festeggiare l'accordo di riconciliazione tra Hamas e Al Fatah. Decine di persone, secondo quanto denuncia il Centro palestinese per i diritti umani Pchr-Gaz, per celebrare l'evento si sono raccolte nella Piazza del Milite Ignoto. La Ong palestinese denuncia la reazione brutale degli agenti di Hamas.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©