Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Prosegue l'inchiesta sulle tangenti Bettencourt ai politici

Parigi, perquisita la sede del partito di Sarkozy


Parigi, perquisita la sede del partito di Sarkozy
09/09/2010, 17:09

PARIGI - La bufera politica torna a soffiare Oltralpe dopo la perquisizione dei locali della sede dell'Ump, il partito del presidente Nicolas Sarkozy, a Parigi, nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte tangenti dell'ereditiera L'Oreal, Lilian Bettencourt, ai politici. Si tratta della prima volta che la sede del partito del presidente viene perquisita. L'informazione, confermata da Xavier Bertrand, segretario generale del partito, è stata diffusa dalla rivista Paris Match: “Gli inquirenti - scrive la rivista - sono stati accolti mercoledì nel pomeriggio da Eric Cesari, direttore generale del partito di maggioranza, presente sul posto''.
L'inchiesta coinvolge il ministro del Lavoro, Eric Woerth, che avrebbe ottenuto come tesoriere dell'Ump 150.000 euro in contanti per finanziare la campagna di Sarkozy. In particolare, la perquisizione è legata a uno dei tanti aspetti dello scandalo Bettencourt, la concessione della Legione d'onore a Patrice de Maistre, gestore della fortuna della miliardaria. Gli inquirenti sospettano che l'onoreficienza possa essere il frutto di pressioni di Eric Woerth, presunto amico di de Maistre. La polizia stava cercando 'la corrispondenza' tra Woerth e de Maistre, ma ''non è stato portato via niente'', ha riferito Cesari, che ha rifiutato il termine di 'perquisizione' perché, spiega, “erano stati avvisati in anticipo” della visita della polizia. ''È stata una richiesta dei servizi segreti. Volevano verificare dei documenti'', ha aggiunto Cesari. Per un'ora e mezza, dunque, i poliziotti hanno consultato ''tutti gli archivi'' e ''non hanno preso niente'', ha poi precisato. Secondo Paris Match, gli inquirenti hanno controllato in particolare gli archivi del primo trimestre del 2007, dove doveva trovarsi una lettera del 12 marzo, indirizzata da Woerth al  presidente Nicolas Sarkozy. In questa lettera, la cui esistenza è stata confermata la scorsa settimana dallo stesso ministro del Lavoro, all'epoca tesoriere dell'Ump, interveniva a favore di de Maistre per fargli ottenere la Legion d'Onore.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©