Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Per il governo si tratta di un atto terroristico

Parigi, soldato accoltellato nel quartiere della Défense

La Francia,impegnata in Mali,è mira di integralisti islamici

Parigi, soldato accoltellato nel quartiere della Défense
26/05/2013, 13:40

PARIGI – A pochi giorni dall’uccisione di un soldato inglese nelle strade di Londra da parte di due nigeriani di religione islamica, un altro uomo in divisa ha subito un’aggressione. L’episodio si è verificato ieri pomeriggio a Parigi, nel quartiere della Défense, il quartiere degli affari della capitale francese, in un grande spiazzo affollato su cui si affacciano numerosi negozi. Un uomo apparentemente proveniente dal Maghreb si è improvvisamente avvicinato al soldato e l’ha colpito alla gola con un taglierino, per poi fuggire. Il soldato ferito, che appartiene al reggimento degli “Chasseurs de Gap”, come precisato da fonti del ministero della Difesa francese, non è in pericolo di vita. Immediatamente dopo l’aggressione, infatti, pare che sia stato medicato nei vicino locali della metropolitana.

Secondo il governo francese si sarebbe trattato di un chiaro tentativo di omicidio di matrice terroristica, motivo per il quale la procura di Nanterre ha affidato il caso agli investigatori dell’antiterrorismo. Il ministro della Difesa francese, Ybes Le Drian, ha infatti descritto l’aggressione come un atto finalizzato ad uccidere un uomo in divisa, ovvero un simbolo dello Stato, e quindi come un atto di terrorismo. Inoltre, la Francia appare da tempo nel mirino degli integralisti islamici, in quanto a gennaio ha dato inizio ad un intervento armato in Mali al fianco delle truppe di Bamako per riconquistare il controllo del nord, dove dall’aprile dello scorso anno governavano delle formazioni islamiste. Ma negli ultimi tempi la Francia sta progressivamente abbandonando il paese.

In ogni caso, proseguono le ricerche dell’uomo, all’apparenza un maghrebino di trent’anni, con la barba e un giubbino nero indosso, e non è esclusa nessuna ipotesi riguardo al caso.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©