Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Patriciello: “Perché sia fatta giustizia, Cesare Battisti deve essere estradato”


Patriciello: “Perché sia fatta giustizia, Cesare Battisti deve essere estradato”
21/01/2011, 11:01

Il Parlamento Europeo ha votato a Strasburgo una mozione, bipartisan, con la quale sollecita un intervento «politico» dell'Europa per convincere il Brasile ad estradare in Italia Cesare Battisti, condannato dalla magistratura italiana all'ergastolo per la partecipazione diretta o indiretta a quattro omicidi negli «anni di piombo». “L’europarlamento ha sostenuto le ragioni dei familiari delle vittime. – commenta l’On. Aldo Patriciello - Perché giustizia sia fatta Battisti va estradato”. La mozione è stata accolta con 83 voti favorevoli dal Parlamento europeo. I deputati italiani chiedono giustizia e non vendetta. “La presenza a Strasburgo di Alberto Torregiani, - continua l’eurodeputato del PDL - paralizzato dal 1979 per le conseguenze dell'assalto mortale a suo padre gioielliere, e di altri parenti delle vittime, che escludono qualsiasi componente politica o di terrorismo nei reati di Battisti, ha trasferito un’atmosfera emozionale forte a questa iniziativa degli eurodeputati italiani della maggioranza (Pdl e Lega Nord) appoggiata in modo bipartisan dall'opposizione (Pd, Idv e Udc). Per questo - conclude l’On. Patriciello - esprimo tutta la mia soddisfazione per il “si” al testo in cui si auspica che le autorità brasiliane esercitino il loro dovere/diritto di dare seguito alla richiesta del governo italiano chiedendo che il Consiglio e la Commissione conducano il dialogo politico con il Brasile e monitorino costantemente affinché ogni decisione presa rispetti i principi fondamentali dell'Ue e delle buone relazioni con gli Stati membri”. Sulla questione interviene anche il Ministro della Giustizia, Angelino Alfano, “l’approvazione di Strasburgo – ha affermato - riconosce la fondatezza della richiesta di estradizione avanzata dall'Italia, in vista della prossima decisione in Brasile attesa già in febbraio”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©