Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

PATTO RUSSIA-UE RINVIATO AI PRIMI DI OTTOBRE


PATTO RUSSIA-UE RINVIATO AI PRIMI DI OTTOBRE
20/09/2008, 17:09

Il primo ministro francese François Fillon ha detto oggi che i colloqui per un patto Russia-Ue, rinviati dopo l'invasione russa della Georgia, potrebbero riprendere all'inizio di ottobre. "La posizione Ue è chiara: speriamo che i colloqui riprendano appena le condizioni del piano Medvedev-Sarkozy saranno rispettate", ha detto Fillon durante una conferenza stampa col primo ministro russo Vladimir Putin. Secondo il piano concordato dal presidente russo Dmitry Medvedev e dal suo omologo francese Nicolas Sarkozy, la Russia deve ritirare le proprie forze dai territori georgiani non oggetto di contese appena l'Unione europea avrà schierato i propri osservatori. La Russia ha lanciato in agosto una controffensiva terrestre, navale e aerea dopo che le forze georgiane hanno provato a riconquistare la regione separatista e filo-russa dell'Ossezia del Sud. Gli stati occidentali hanno condannato le azioni russe giudicandole sproporzionate, e le relazioni di Mosca con l'Occidente ne hanno risentito. Nel vertice straordinario del primo settembre scorso, i leader della Ue hanno deciso di rinviare le trattative con la Russia su un nuovo patto di partnership, che avrebbero dovuto tenersi a metà di questo mese. Il patto è destinato a regolare i rapporti nel settore energetico e in quello commerciale. L'Unione europea ha impiegato un anno e mezzo per trovare l'accordo su un mandato per i colloqui, cominciati a luglio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©