Dal mondo / America

Commenta Stampa

Polemiche per la trasmissione "Il valore della verità"

Perù: confessa in TV di aver tradito il ragazzo, strangolata


Perù: confessa in TV di aver tradito il ragazzo, strangolata
25/09/2012, 15:35

SANTIAGO DEL CILE (CILE) - Sono scoppiate molte polemiche in Cile per le conseguenze dello show "Il valore della verità". Il gioco è semplice: il concorrente accetta di rispondere a 21 domande imbarazzanti, mentre è legato ad una macchina della verità. C'è un montepremi di 15 mila dollari: ogni domanda a cui si risponde il falso, il montepremi scende.
Lo scorso 7 luglio la concorrente era la 19enne Ruth Thalìa Sayas. Durante la trasmissione le sono state fatte domande sul suo lavoro e lei ha confessato di non lavorare in un call center ma di guadagnare soldi facendo la ballerina in un locale notturno. Nello studio erano presenti familiari e amici della ragazza e la telecamera ha mostrato quanto fossero scossi; cosa spiegata dalla ragazza con il fatto che aveva tenuto nascosto a tutti la verità, altrimenti il padre l'avrebbe cacciata di casa. Ancor peggio dopo un po', quando è stato chiesto alla ragazza se avesse mai guadagnato denaro facendo sesso; e lei ha risposto di sì. Già in quel momento sul volto del ragazzo è stato evidente un moto di rabbia. Alla fine della trasmissione la ragazza ha vinto l'equivalente di circa 5000 euro. 
Ma al ragazzo non è andata giù la vicenda. E, quando lo scorso 11 settembre la ragazza è scomparsa, i sospetti della Polizia si sono incentrati proprio sul fidanzato. Che è stato arrestato e toechiato, finchè non ha confessato di aver assassinato la ragazza, strangolandola, e ha indicato il luogo dove l'aveva sepolta. E' stato arrestato anche lo zio del ragazzo, accusato di averlo spinto all'omicidio non solo per gelosia, ma anche per impadronirsi dei 5000 euro vinti. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©