Dal mondo / America

Commenta Stampa

I killer in affari con ditte di cosmetici

Perù, uccidevano contadini e ne vendevano grasso del corpo


Perù, uccidevano contadini e ne vendevano grasso del corpo
20/11/2009, 21:11

PERU' - Uccidevano contadini per vendere grasso umano a ditte di cosmetici. Sembra la trama di un film horror, e invece è quanto di più reale si possa credere.
E' accaduto a Lima, in Perù, dove è stata smascherata un'intera organizzazione dal nome "Los Pishtacos", titolo di una tradizionale congrega andina di orchi che rubavano grasso umano dal corpo dei nemici dopo averli uccisi in battaglia.
Di quella organizzazione, oggi risorta per fini economici, sono finiti in manette sette esponenti, autori di un numero ancora imprecisato di assassini. Secondo le prime stime, sarebbero più di sessanta le persone uccise dai "Los Pishtacos". Tutti contadini, probabilmente perchè la campagna è di solito un luogo isolato e lontano da occhi indiscreti.
Una volta uccise le proprie vittime, i crudeli assassini traevano dai corpi il grasso che poi rivendevano ad aziende produttrici di cosmetici a peso d'oro.
Quindici mila euro al chilo, questa la cifra di mercato del grasso umano che fruttava un giro d'affari con cifre da capogiro agli spietati killer.
Ma non solo. Sul mercato venivano piazzati anche gli organi delle vittime, oltre ad alcuni beni materiali.
Scoperti dalla polizia peruviana, per sessanta "Los Pishtacos" sono scattate le manette. Ma a rischiare grosso ora sono anche le aziende farmaceutiche destinatarie del mercato nero.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©