Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Potrebbero tornare ad abbassarsi i prezzi del carburante

Petrolio, produzione record in Libia: l'Europa spera


Petrolio, produzione record in Libia: l'Europa spera
26/01/2012, 17:01

Una notizia che lascia ben sperare in questi giorni in cui il prezzo della benzina è schizzato alle stelle: la National Oil Company (NOC) ha dichiarato che la produzione di petrolio in Libia ha raggiunto 1,3 milioni di barili al giorno dopo che il conflitto tra Gheddafi e i ribelli libici aveva azzerato quasi del tutto la produzione. Ciò vuol dire che presto il greggio nordafricano tornerà sul mercato europeo e che i prezzi potrebbero tornare a calare. La compagnia ha espresso sul suo sito web la soddisfazione per la ripresa dell'attività produttiva che, nonostante le difficoltà, sta tornando ai livelli pre-guerra a tempo di record.
Una nota positiva dopo quella arrivata in giornata, secondo cui l'Iran sarebbe passata al contrattacco e, in risposta alle sanzioni decise dall'Unione europea, si appresta a bloccare per primo l'export di petrolio verso i paesi Ue. La prossima settimana il parlamento della Repubblica islamica prenderà in esame una legge per proibire le esportazioni petrolifere ai Ventisette. A darne notizia e' il sito del quotidiano turco Hurriyet. La commissione per l'Energia al momento sta mettendo a punto il testo e il provvedimento sara' presentato domenica all'assemblea che decidera' quando calendarizzarla. Se il disegno di legge passa, il governo smettera' di vendere petrolio all'Europa prima che le sanzioni decise lunedi' siano effettive, ha sottolineato Hassan Ghafourifard, membro della commissione energia.

Commenta Stampa
di dg
Riproduzione riservata ©