Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Le foto shock mostrate su un sito di Al Qaeda

Piloti siriani abbattuti dalla Turchia e decapitati dai "ribelli"


Piloti siriani abbattuti dalla Turchia e decapitati dai 'ribelli'
18/09/2013, 09:39

DAMASCO (SIRIA) - Ci sono due foto, veramente orribili, che stanno circolando su Internet. Sono le foto delle teste di due piloti siriani: una delle due è nelle mani di un guerrigliero armato; l'altra è messa su un barbecue, con un guerrigliero che col braccio circonda il barbecue e sorride, bene in posa. 
Si tratta dei piloti di un ricognitore che ha fatto l'errore di avvicinarsi troppo alla zona di confine tra la Siria e la Turchia, dove sono appostate centinaia di postazioni di missili Patriot. Ed è proprio una di queste postazioni che ha fatto fuoco, distruggendo l'aereo, nonostante fosse ancora in territorio siriano. Ma il peggio è arrivato dopo. Infatti i due siriani sono finiti sulle postazioni tenute dai turchi, i quali li hanno affidati ai cosiddetti "ribelli", cioè all'esercito mercenario che da tre anni mette a ferro e fuoco la Siria. E in particolare ad uno dei gruppi affiliati ad Al Qaeda, che ha deciso di ucciderli e decapitarli, per poi esibire le teste su Internet 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©