Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Colpo di scena durante il processo

Pistorius, testimone parla di inquinamento scena crimine


Nella foto Oscar Pistorius
Nella foto Oscar Pistorius
14/03/2014, 16:18

PRETORIA – Colpo di scena a Pretoria durante il processo in corso ad Oscar Pistorius per l’omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp, avvenuto il 14 febbraio 2013.  Gilliam van Rensburg , ex funzionario di polizia , durante la propria testimonianza, ha parlato di errore degli investigatori che avrebbero alterato la scena del crimine.  

“L’esperto di balistica ha manipolato l’arma senza guanti”, ha riferito il  funzionario di polizia che ha lasciato l’incarico a fine 2013. L’esperto - ha aggiunto -   “aveva già tolto la canna”  quando “gli ho chiesto: cosa hai fatto? Lui mi ha risposto che gli dispiaceva. Allora ha posato l’arma e poi ha tirato fuori i guanti dalla tasca”.  Van Rensburg, all’epoca dei fatti, dirigeva  la stazione di polizia vicino la casa dell’atleta  paraolimpico

L’ex funzionario ha anche confermato che l’orologio di Pistorius è sparito dalla scena . “Non riesco a crederci, eravamo lì. Come può essere sparito questo orologio?”, ha aggiunto: “mi sono proprio arrabbiato”.

Al processo sono state anche mostrate alcune foto di Pistorius scattate subito dopo l’omicidio della sua fidanzata.  In un’immagine l’atleta sudafricano appare a torso nudo con le protesi insanguinate, mentre in un altra si stringe le mani e la mano sinistra è macchiata di sangue.   

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©