Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

A causa di una frana erano rimasti bloccati

Polonia, salvi i 19 minatori

Paura e tensione dopo il sisma

Polonia, salvi i 19 minatori
20/03/2013, 10:14

VARSAVIA - Pericolo scampato per i minatori che sono stati tratti in salvo, fonti accreditate riferiscono che sono tutti in buone condizioni di salute. Sfiniti, stanchi e spaventati ma tutti illesi.
Paura per i 19 uomini intrappolati a 600 metri di profondità,  finalmente per loro  il pericolo è passato.
Due persone sono adesso sotto controllo medico perché necessitano di cure, mentre gli altri lavoratori sono rientrati serenamente nelle loro case.
“E’ il più grave incidente nella nostra storia, mai era accaduto che in una volta sola diciannove lavoratori rimanessero isolati in profondità” ha così commentato Herbert Wirth, amministratore delegato della società, una volta conclusasi la vicenda.


Aggiornamente a cura di R.A.


VARSAVIA -  Sembrano essere salvi i minatori rimasti intrappolati nel sottosuolo del sud della Polonia. A causa di una frana provocata da una scossa di terremoto, gli operai sono rimasti imprigionati a 600 metri di profondità nella miniera di rame di Rudna.
Il portavoce della società che gestisce la miniera, la Kghm, tranquillizza circa le condizioni di salute dei 19 uomini.
Sembra che per riuscire a portarli in salvo sia stato creato un percorso parallelo dal punto in cui è crollata la frana, un tunnel da cui sono avviate le operazioni di salvataggio per salvare i minatori uno ad uno.
Purtroppo le comunicazioni sono fortemente limitate, da ore non si hanno notizie, a causa del danneggiamento delle linee di comunicazioni probabilmente interrotte per il sisma che ha colpito l’area circostante. “C'è stato un terremoto nella miniera di Rudna , le operazioni di salvataggio sono particolarmente complicate per il gran numero di rocce che ostacolano la strada” ha riferito il portavoce della società che è sorta nel 1974 e che si trova nella regione della Slesia, vicino al confine con Germania e Repubblica Ceca.
Si attendono notizie confortanti per gli operai della Kghm, la società più nota per l’estrazione di rame in Polonia.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©