Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il Partito socialista dovrebbe superare il 35%

Portogallo: vince la sinistra, ma ora l'incognita è il governo


Antonio Costa, capo del Partito socialista e possibile premier
Antonio Costa, capo del Partito socialista e possibile premier
07/10/2019, 10:52

LISBONA (PORTOGALLO) - Per ora si ragiona sugli exit poll, ma quello che è certo è che il Partito socialista ce l'ha fatta. E' accreditato di almeno il 35% dei voti, ben superiore al 32% ottenuto nel 2015. Ed è il primo partito, grazie anche al crollo del partito socialdemocratico (che è un partito di destra), che è passato dal 38,5% a meno del 30%. A sinistra bene anche il Bloco de Esquerda, che dovrebbe rimanere intorno al 10% come 4 anni fa e l'alleanza tra comunisti e verdi, che dovrebbe migliorare il 5% raggiunto nel 2015. C'è poi il Pessoas animais e natureza (partito ambientalista ispirato alle battaglie di Greta Thunberg), che dovrebbe però fermarsi sotto il 5% raggiunto alle europee. 

Ora resta l'incognita del governo. E' evidente che i socialisti da soli non ce la faranno a raggiungere la maggioranza assoluta. Quindi o si accordano con i due blocchi di sinistra, sperando di raggiungere il 51% dei seggi; oppure si è parlato di una possibile alleanza con il Pan, per un governo di minoranza che peschi i voti mancanti sia a destra che a sinistra, come ha fatto il governo negli ultimi 4 anni. Anche perchè i rapporti tra i partiti di sinistra si sono un po' logorati negli ultimi tempi e una alleanza potrebbe essere più problematica di quello che sembra

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©