Dal mondo / America

Commenta Stampa

Forse dei pescatori o qualcuno che passava nelle vicinanze

Precipita aereo dei narcos, rubati oltre 3 milioni di dollari


Precipita aereo dei narcos, rubati oltre 3 milioni di dollari
21/05/2012, 11:05

ECUADOR - Una storia come tante, fino ad un certo punto. Un piccolo aereo, un Cessna T210 N, vola lungo la costa ecuadoriana. Vola a bassa quota, per sfuggire ai radar, e senza piano di volo. Precauzioni necessarie, dato che si tratta di un aereo dei narcos messicani che trasportano denaro verso una raffineria di droga, da cui era probabilmente partito un carico che era stato appena piazzato. Ad un certo punto però l'aereo rimane senza benzina: forse un imprevisto, forse l'aereo ha dovuto seguire una traiettoria troppo lunga; fatto sta che non sono bastati neanche i cinque fusti che si era portato appresso per riserva. Il risultato è che il Cessna si schianta, determinando la morte dei due passeggeri e dei tre cagnolini presenti a bordo. Quando arrivano i soccorritori, oltre ai cadaveri e ad una serie di oggetti, trovano una valigia contenente banconote per 1,5 milioni e ricevute di versament in una banca di Sinaloa, uno dei centri di uno dei più importanti cartelli messicani.
Chiuso qua? No, perchp secondo il quotidiano Universal, gli investigatori americani sono convint che a bordo c'erano 5 milioni di dollari, non un milione e mezzo. La differenza era probabilmente contenuta in altre due valigie che qualcuno, passando di là, si è preso, aspettandosi che i soccorritori e la Polizia si accontentasse di quanto trovato. Chi sia stato non si sa: potrebbe essere stato un pescatore, oppure l'abitante di uno dei villaggi della zona; o ancora uno che passava di là per altri motivi.
Quello che è certo, è che i narcos messicani, che hanno già abbondantemente dimostrato la loro spietatezza, non si fermeranno davanti a nulla per riprendersi quei soldi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©