Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

L'accusa è di aver ucciso almeno 800 manifestanti

Processo Mubarak: l'ex rais arriva in barella, folla e tafferugli ad accoglierlo

La difesa chiede di sentire alcuni testimoni di primo piano

Processo Mubarak: l'ex rais arriva in barella, folla e tafferugli ad accoglierlo
15/08/2011, 11:08

IL CAIRO - Nell'aula dell’Accademia di polizia del Cairo, Hosni Mubarak arriva in barella. L'ex rais, accusato di aver causato la morte di almeno 800 manifestanti durante le proteste antigovernative e di corruzione, quest'oggi parteciperà alla seconda udienza del processo apertosi lo scorso 3 agosto. Inputati insieme a lui anche i suoi due figli Gamal e Alaa e alcuni gerarchi.
L'ex rais, 83 anni, soffre di gravi problemi di circolazione ed è stato accompagnato all'ingresso dell'aula da un ambulanza. Il giudice 
Ahmed Refaat, che presidete la Corte, dovrà decidere se accettare la richiesta avanzata dalla difesa di ascoltare diversi testimoni di primo piano. A confermare che tra questi c'è anche Hussein Tantawi, ministro della Difesa già sotto Mubarak ed attuale capo del Conisglio militare che al momento guida l’Egitto, è il quotidiano "La Stampa". Ma la difesa avrebbe a disposizione anche altri due testimoni eccellenti: l'ex vice presidente Omar Suleiman e l’attuale ministro degli interni Mansor el Essawi.
Fuori dall'aula, ad ettendere Mubarak, secondo quanto si nota dalle immagini diffuse dalla tv egiziana, c'erano qualche centianaio di manifestanti. A quanto pare, non sono mancati scontri e tafferuglia tra i sostenitori dell'ex rais ed i suoi oppositori. Le forze di polizia sono comunque riuscite a tenere la situazione sottocontrollo senza troppe difficoltà.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©