Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Protesi mammarie dannose, arrestato fondatore azienda Pip

Nel 2010 una donna morì di cancro causato dal silicone

Protesi mammarie dannose, arrestato fondatore azienda Pip
26/01/2012, 09:01

E’ stato arrestato Jean-Claude Mas, il fondatore dell’azienda di protesi mammarie Poly Implant Prothese (Pip). L’azienda costretta a chiudere a marzo 2010 per il decesso di una donna per cancro a causa delle protesi Pip. Il materiale usato dall’azienda non rispetterebbe gli standard imposti e un tipo di silicone non adatto a scopi sanitari. Pertanto il governo francese, lo scorso dicembre, ha sollecitato a ritirare le protesi dal mercato e a rimuoverle a chi le avesse “installate”. Nella sola Francia sono 30mila la donne con silicone Pip, 4.300 in Italia, in tutto il mondo tra 400 e 500 mila. Un vero e proprio business per Jean-Claude Mas che ha venduto i prodotti ad un prezzo molto basso rispetto al mercato. L’affare finisce qui poiché l’uomo è stato arrestato questa mattina nella sua abitazione nel sud della Francia.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©