Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Pussy Riot non chiederanno grazia: “Vadano all’inferno"

Nessuna richiesta a Putin da parte delle tre musiciste

Pussy Riot non chiederanno grazia: “Vadano all’inferno'
20/08/2012, 10:21

E’ la conferma della band punk Pussy Riot. Le tre musiciste Maria Alekhina, Nadezhda Tolokonnikova e Ekaterina Samutsevich non chideranno la grazia al presidente russo Vladimir Putin. “Le nostre clienti non chiederanno la grazia”, dichiarano i legali delle tre ragazze condannate a due anni di carcere per aver cantato una preghiera punk contro Putin all’interno della cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca. La band è stata ritenuta colpevole di “teppismo motivato da odio religioso”, sentenza definita “sproporzionata” da Washington e da Bruxelles. I legali fanno inoltre sapere che presenteranno appello non appena si avrà una copia del verdetto.

 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©