Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ancora dichiarazioni omofobe del presidente russo

Putin: adozioni solo verso Italia, non ha matrimonio gay


Putin: adozioni solo verso Italia, non ha matrimonio gay
29/11/2013, 16:41

MOSCA (RUSSIA) - Ancora una volta il governo Putin dà il peggio di sè; e questa volta lo fa sulla pelle dei bambini russi. Infatti il difensore civico del Cremlino per l'infanzia, Pavel Astakhov, ha comunicato che solo le coppie italiane saranno ammesse alla lunga procedura per adottare un bambino russo. Una preferenza basata sui pregiudizi omofobi tipici dell'ex URSS: infatti gli altri Paesi (Inghilterra, Spagna e Francia) hanno legislazioni che ammettono la possibilità dei matrimoni gay. E quindi non rimane che una "alleanza" tra i Paesi oscurantisti e che rifiutano di dare pari diritti a tutti i propri cittadini. 
Ed è necessario trovare un modo per salvare i bambini russi degli orfanatrofi. Infatti, secondo una legge dell'ex URSS ancora oggi valida, una coppia può affidare il proprio bambino agli orfanatrofi di Stato senza alcuna burocrazia, semplicemente lasciandocelo. Il risultato è che gli orfanatrofi scoppiano e i bambini sono, nella migliore delle ipotesi, in una specie di prigione fino ai 18 anni, quando poi vengono letteralmente buttati in mezzo alla strada. Ma c'è l'ipotesi peggiore, che viene nascosta dalle autorità: si sa per certo che un certo numero di bambini e bambine sono spariti dagli orfanatrofi. Che fine abbiano fatto si può solo immaginare: trastullo di qualche pedofilo, organi per i trapianti, o magari peggio. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©