Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

PUTIN AGLI USA: "IN GEORGIA CI STATE OSTACOLANDO"


PUTIN AGLI USA: 'IN GEORGIA CI STATE OSTACOLANDO'
11/08/2008, 15:08

CI sono scintille sempre maggiori tra Russia e Stati Uniti, a proposito del conflitto nel Caucaso. Ieri l'amministrazione americana ha parlato di violenze inaccettabili e risposte oltre la misura da parte dei russi; oggi Putin ha replicato accusando apertamente gli Stati Uniti di ostacolare le attività russe per avere usato i propri aerei per spostare alcune centinaia di soldati georgiani dall'Iraq alla Georgia. Nel frattempo i combattimenti hanno creato un flusso di molte migliaia di profughi che, secondo l'Unione Europea, ammontano a circa 30 mila, in fuga dall'Ossetia verso il sud. Mentre i mediatori della UE continuano a fare la spola tra Mosca e Tblisi e Sarkozy impegnava il proprio carisma nella mediazione stessa, il Presidente della Georgia Saakashvili e il mediatore dell'Unione Europea Kouchner sono stati evacuati con urgenza dalla città georgiana di Gori (dove Saakashvili l'aveva portato per far vedere i danni provocati dai bombardamenti russi) per la presenza di quello che è stato definito un "elicottero sospetto" nel cielo della città.

Nel frattempo i ministri degli Esteri dei Paesi che compongono il G7 hanno inviato un appello congiunto a Mosca, affinchè Putin accetti di firmare il "cessate il fuoco" proposto dai mediatori UE ed accettato dal presidente georgiano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©