Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Duro intervento del premier russo

Putin: "Gli Usa pagano e fomentano gli scontri di piazza"


Putin: 'Gli Usa pagano e fomentano gli scontri di piazza'
08/12/2011, 11:12

MOSCA (RUSSIA) - Duro intervento del premier russo Valdimir Putin, dopo la violenta repressione contro le centinaia di migliaia di manifestanti che negli ultimi giorni hanno contestato il risultato elettorale che ha sancito la vittoria del partito di Putin. Ma i sospetti di brogli elettorali inficiano quella vittoria.
E quindi Putin reagisce con dure dichiarazioni contro gli Usa e il comportamento del Segretario di Stato americano Hillary Clinton, accusata di aver fomentato la rivolta. Infatti, secondo il premier russo, la Clinton ha rilasciato dichiarazioni sui brogli prima ancora che venisse diffuso il rapporto degli osservatori internazionali dell'Ufficio per le Istituzioni Democratiche e i Diritti Umani dell'Osce, l'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa. Ma non solo: secondo Putin gli Usa avrebbero finanziato con centinaia di milioni di dollari le campagne elettorali dell'opposizione, interferendo pesantemente nella vita democratica della Russia. E quindi, la minaccia verso i manifestanti: "Se le persone si attengono a ciò che dettano le leggi, allora va riconosciuto loro il diritto di esprimere la propria opinione. Altrimenti, se le leggi sono violate, la polizia deve chiedere che siano rispettate, e farle osservare servendosi di qualsiasi mezzo legale. Ecco qual è il mio atteggiamento nei confronti di fenomeni come la democrazia di piazza".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©