Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Età pensionabile provoca scioperi

Raffinerie in Francia chiusa: paralisi della nazione


Raffinerie in Francia chiusa: paralisi della nazione
13/10/2010, 20:10

Le raffinerie bloccheranno la Francia. Lo sciopero era stato annunciato dai treni ed invece sono dieci su 12 quelle che stanno chiudendo i rubinetti, e fra una settimana potrebbe mancare il carburante. Il presidente Nicolas Sarkozy non molla, esclude ulteriori concessioni e attacca frontalmente la ex avversaria delle presidenziali, la socialista Segolene Royal, accusandola di spingere ''irresponsabilmente'' i giovani in piazza.
Sarkozy portera' a casa la riforma che alza da 60 a 62 l'eta' per andare in pensione con il minimo, una legge ormai in dirittura d'arrivo in Parlamento.
Il sindacato e la sinistra puntano ad indebolire e a rendere ancora piu' impopolare un esecutivo che, dopo la vittoria contro i manifestanti e i lavoratori, potrebbe ritrovarsi a un anno dalle presidenziali con una china troppo difficile da risalire.
Con un esempio praticato Yvon Scornet, un responsabile del sindacato piu' duro, la Cgt, alla Total spiega le manifestazioni: ''Con le raffinerie possiamo bloccare in due giorni i rifornimenti di carburante di tutto il paese''.
Lo stock dei rifornitori di carburante può soddisfare le esigenze per 24 ore. Lo scenario è però di quelli poco gradevoli alle soglie dell'inverno, per non parlare dei riflessi condizionati di una categoria come quella degli automobilisti, gia' oggi osservati qui e la' far riserve di benzina. E' stato prorogato anche domani, ma l'attenzione e' soprattutto agli sviluppi nelle raffinerie.
Sarkozy ha ribadito che con le pensioni si va fino in fondo, che ''fino all'ultimo minuto'' della sua presidenza fara' riforme e che di ulteriori concessioni non se ne parla. ''Non si puo' essere candidati alle presidenziali - ha detto il capo dell'Eliseo riferendosi alla Royal- e chiedere seriamente a ragazzi di 16 anni di manifestare per una pensione che li riguardera' fra mezzo secolo''.
Immediata la replica di Segolene: ''Non li ho mai chiamati a manifestare in piazza, al contrario ho fatto appello alla prudenza, ho consigliato loro di protestare in modo pacifico''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©