Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Per ora sembra non ci siano stati morti o feriti

Raid israeliani nella notte su Gaza. Preludio offensiva di terra?


Raid israeliani nella notte su Gaza. Preludio offensiva di terra?
12/11/2012, 11:22

GAZA - Non si fermano gli attacchi aerei israliani sulla striscia di Gaza. DOpo i morti avvenuti tra venerdì e sabato (6 miliziani secondo Israele, almeno 7 morti civili, secondo fonti palestinesi) a causa delle bombe sganciate da Israele, altri tre raid notturni nella notte tra domenica e lunedì. Tra le 2.30 e le 3 sono state attaccate tre zone di Gaza: nel sud, nella zona costiera e nei pressi del valico di Rafah, al confine egiziano. Secondo Israele sono stati colpiti "un tunnel per il contrabbando, un nascondiglio di armi e una rampa per il lancio dei razzi"; secondo fonti palestinesi, solo un magazzino vuoto vicino al porto. Ed in realtà è impossibile colpire una rampa per il lancio dei razzi Qassam, dato che si tratta di strutture provvisorie fatte di fil di ferro. 
Ma preoccupano le dichiarazioni rese dal Ministro dei Trasporti israeliano, Yisrael Katz che ha chiesto controlli più intensi per impedire che acqua, cibo, carburante e medicinali entrino a Gaza, finchè i capi di Hamas non saranno stati eliminati. Come quelle del ministro della Difesa Ehud Barak: "Colpiremo con intensità crescente. Hamas è responsabile per il lancio di razzi anche quando partecipano altri gruppi e sarà Hamas a pagare a caro prezzo".
Ma aumentano i timori che questo intensificarsi dei bombardamenti sia solo il preludio ad una offensiva di terra, approfittando del fatto che le attenzioni dei media sono concentrate esclusivamente su Siria ed Iran.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©