Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il premier spagnolo: "Quanto mi riguarda è del tutto falso"

Rajoy incassa il sostegno della Merkel e si difende dalle accuse

Lo spread tra Bonos e Bund sale a quota 370 punti base

Rajoy incassa il sostegno della Merkel e si difende dalle accuse
04/02/2013, 21:09

MADRID (SPAGNA) - Continua a infuriare lo scandalo che ha travolto la Spagna e il suo premier Mariano Rajoy. Scandalo tangenti e fondi neri all'interno del Partito Popolare spagnolo, che fanno aumentare anche lo spread tra Bonos e Bund a quota 370 punti base. Il premier Rajoy si è recato a Berlino per incontrare Angela Merkel, mentre nel suo Paese i socialisti continuano a chiederne le dimissioni. Il quotidiano spagnolo El Pais rivela che il tesoriere del Partito Popolare, Luis Barcenes avrebbe preso 500 mila euro dalla società edilizia Constructora Hispanica nel 2002 e avrebbe iscritto nel bilancio del partito solo una donazione di 144 mila euro.
Netta l'autodifesa del premier spagnolo in viaggio a Berlino: "L'ho già detto sabato e lo ripeto qui. Tutto quanto si riferisce alla mia persona e ai miei colleghi di partito è assolutamente falso". Rayoj ha espresso la sua "piena fiducia" nella capacità del governo spagnolo di portare avanti la sua agenda di riforme economiche: "Credo che tutto il governo spagnolo stia lavorando per abbattere la disoccupazione e portare avanti le riforme strutturali". Il premier spagnolo ha rivendicato la stabilità del governo, "una maggioranza assoluta e il chiaro obiettivo di far riprendere la crescita". Dal canto suo, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha dato il sostegno a Rajoy in conferenza e poi ha fatto un'analisi della situazione nel proprio Pase: "Sono convinta che il governo spagnolo e Mariano Rajoy come primo ministro riusciranno a portare a termine il loro compito. E la Germania continuerà a sostenerlo con tutte le forze che abbiamo. Condivido al 100% l'opinione secondo cui anche la Germania deve dare il suo contributo per far riprendere la crescita in Europa. Internamente siamo criticati, a volte perché non risparmiamo abbastanza, così abbiamo risposto che il governo dovrà risparmiare, ma non tanto da renderci cattivi partner nell'Unione
I dirigenti del Partito Popolare hanno annunciato, invece da Madrid, che il partito farà causa contro coloro che lo hanno accusato di aver compiuto azioni illegali o irregolari.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©