Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Uomo sospettato di legami con 'ndrangheta calabrese

Rapita a Sofia figlia del “re della cocaina”


Rapita a Sofia figlia del “re della cocaina”
05/03/2013, 13:48

SOFIA  - La figlia del presunto “re della cocaina” bulgaro, Evelin Banev (nella foto), detto “Brendo” è stata rapita stamattina a Sofia. Il rapimento, secondo quanto riferito dalla radio nazionale bulgara, è avvenuto intorno alle 7.30 nel quartiere residenziale di Boyana. La ragazzina (10 anni) , in viaggio verso la scuola sull'auto del padre, è stata prelevata da tre uomini, che hanno sparato alla schiena all'autista, ora ricoverato in ospedale. Banev è stato condannato a febbraio a Sofia a sette anni e mezzo di carcere per riciclaggio. L'uomo è sospettato anche di aver messo in piedi un'organizzazione criminale specializzata nel traffico di cocaina verso l'Italia, in cooperazione con la 'ndrangheta calabrese e sarà  ascoltato nelle prossime settimane dalla magistratura italiana. Su di lui pende infine un mandato di cattura emesso da giudici romeni, che lo considerano la mente di un'associazione criminale che dal Sudamerica trasporta tonnellate di droga verso l'Europa.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©