Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

RICE: VICINO L'ACCORDO PER I MILITARI USA A BAGHDAD


RICE: VICINO L'ACCORDO PER I MILITARI USA A BAGHDAD
22/08/2008, 10:08

Al termine della sua visita a sorpresa a Baghdad, il segretario di Stato Usa Condoleezza Rice ha annunciato insieme al ministro degli Esteri iracheno, Hoshyar Zebari, che un accordo sul futuro delle forze Usa nel paese è vicino. Attualmente sono di stanza in Iraq 147 mila soldati Usa.

L'annuncio giunge dopo dieci mesi di discussioni ancora foriere di dubbi, come la definizione di un calendario per il ritiro e la questione dell'immunità delle truppe Usa. La Rice tuttavia è convinta che l'accordo finale "sarà in linea con la legge e la sovranità irachena". La bozza di accordo prevede l'impegno degli Usa a iniziare il ritiro dalle città irachene entro la prossima estate. Le truppe non verranno rispedite a casa ma saranno dislocate nelle grandi basi, lontano dalla vista degli iracheni. Nonostante l'ottimismo esibito sia dalla Rice che da Zebari, l'accordo non prevede passi concreti verso un ritiro effettivo e rimane legato alle tempistiche che saranno necessarie alle forze della sicurezza irachene per raggiungere l'autonomia operativa. A margine della bozza di accordo i due diplomatici hanno anche discusso dei 20mila prigionieri detenuti senza accuse dall'esercito Usa e della legge elettorale per le prossime consultazioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©