Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Coinvolte 14 delle 20 regioni italiane

Rifiuti: l'Ue apre una procedura contro l'Italia per 102 discariche


Rifiuti: l'Ue apre una procedura contro l'Italia per 102 discariche
27/02/2012, 14:02

BRUXELLES (BELGIO) - L'Unione Europea ha aperto una nuova procedura di infrazione contro l'Italia. Questa volta il punto è la gestione italiana del sistema delle discariche. Ben 102 discariche attualmente in Italia sono considerate non conformi agli standard previsti dall'Unione Europea; e quindi l'Italia rischia l'ennesima megamulta. Aggravata dalla recidiva, dato che nel 2010 siamo stati condannati per l'errata gestione dei rifiuti in Campania.
Ma questa volta non sono solo regioni del sud ad essere coinvolte. Ci sono Campania, Calabria, Puglia e Basilicata, ma ci sono anche la Sardegna, l'Abruzzo, Marche, Molise ed Umbria. Per non parlare poi di Emilia Romagna, Lombardia, Liguria, Friuli Venezia Giulia e Piemonte. Insomma, quasi tutta Italia.
Queste sono le conseguenze dell'immobilismo della politica italiana che da decenni non affronta i problemi seri che riguardano i cittadini italiani, come per esempio quello dei rifiuti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©