Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

RINVENUTI I CADAVERI DI 8 IMMIGRATI A OVEST DI ALGERI


RINVENUTI I CADAVERI DI 8 IMMIGRATI A OVEST DI ALGERI
08/04/2008, 14:04


A dare l’allarme alla guardia costiera algerina è stato un pescatore che aveva notato la presenza di alcuni corpi nelle acque antistanti la costiera algerina al largo di Orano,  450 km ad ovest di Algeri.  Le ricerche, proseguite ininterrottamente per 24 ore, hanno portato al ritrovamento dei corpi privi di vita di otto immigrati clandestini, tutti giovani compresi tra i 20 e 25 anni. Secondo gli ultimi dati diramati dalle autorità algerine, più di 100 persone sono state arrestate dall'inizio del 2008 lungo le coste occidentali del paese maghrebino, punto di partenza per i migranti diretti in Spagna, mentre 130 clandestini sono stati fermati nello stesso periodo al largo di Annaba, 600 km ad est di Algeri, mentre tentavano di raggiungere le rive nord del Mediterraneo, dirigendosi soprattutto verso l'Italia.   Solo nel 2007 sono stati in tutto 94 i cadaveri di immigrati ripescati in mare al largo dell'Algeria. Secondo il ministro della Solidarietà Nazionale, Djamel Ould Abbas, durante l'ultimo anno, più di 1500 immigrati sarebbero partiti dall’Algeria alla volta dell’Europa.
 

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©