Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'assenza ingiustificata dell'imputato impalla il processo

Rinviato a domani l'inizio del processo per Karadzic


Rinviato a domani l'inizio del processo per Karadzic
26/10/2009, 10:10

OLANDA - Il processo contro Radovan Karadzic, presso il Tribunale Penale Internazionale dell'Aja, che doveva iniziare oggi, ha subito un rinvio di 24 ore. A causarlo, l'assenza dell'imputato senza motivi contemplati nel regolamento della Corte. Infatti Karadzic sin da mercoledì scorso aveva annunciato che non sarebbe stato presente in aula in quanto non gli era stato concesso il tempo necessario per esaminare e valutare tutte le carte del processo stesso. Una eventualità di questo genere non è prevista e quindi i Giudici (il coreano O-Gon Kwon, l'inglese Howard Morrison e Melville Baird, di Trinidad e Tobago) hanno deciso di concedere altre 24 ore a Karadzic. Poi domani verrà data lettura dei capi di imputazione, che l'imputato sia presente o meno.
Un elenco di capi di imputazione che è particolarmente lungo: due per genocidio, in occasione dei primi mesi della guerra e per il massacro di oltre 7.000 uomini a Srebrenica (est della Bosnia) nel luglio 1995; poi deve 
rispondere di crimini di guerra e crimini contro l'umanità, distruzione, omicidi, torture, violenze sessuali commesse in diciannove municipi bosniaci, a Srebrenica e durante l'assedio di Sarajevo, durante il quale morirono 10.000 persone.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©