Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Per UCEI tentativo di cancellare la memoria

Ritrovata l'insegna di Auschwitz: 5 arresti per furto


Ritrovata l'insegna di Auschwitz: 5 arresti per furto
21/12/2009, 10:12

VARSAVIA - E' stata ritrovata dalla polizia polacca la scritta Arbeit macht frei, "il lavoro rende liberi", che campeggiava all'ingresso del lager nazista di Auschwitz, in Polonia, rubata venerdì scorso. Gli autori del furto, cinque uomini tra i 20 e i 39 anni, sono stati arrestati e sono ora detenuti nel carcere di Cracovia. Non è chiaro il movente del gesto. Lunga cinque metri, la targa, che fu realizzata da un deportato nel campo di concentramento dove morirono oltre un milione di persone, è stata spezzata in tre parti. Per Gattegna, il presidente dell'UCEI, l'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, si tratta di un ignobile tentativo di cancellare la memoria del genocidio.
Pawel Sawicki, portavoce del Museo Auschwitz-Birkenau alloggiato nell'ex campo di sterminio e meta ogni anno di un milione di visitatori, ha assicurato che l'insegna tornerà al suo posto all'ingresso del lager di Auschiwitz: si spera che sarà ripristinata in occasione del 65esimo anniversario della liberazione del campo da parte dei soldati sovietici, il prossimo 27 gennaio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©