Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

ROBERT GATES ESORTA LA CHIUSURA DI GUANTANAMO


ROBERT GATES ESORTA LA CHIUSURA DI GUANTANAMO
19/12/2008, 13:12

Il Segretario statunitense alla Difesa, Robert Gates, confermato per almeno un anno dal presidente eletto Barack Obama, ha ordinato la preparazione di un piano per la chiusura del carcere extra-territoriale di Guantanamo Bay, a Cuba. Lo riferiscono oggi fonti del Pentagono.

La chiusura del centro di detenzione è ora oggetto di studio di un gruppo di lavoro, il cui obiettivo è trovare delle strategie legali per trasferire i detenuti che ancora si trovano nella struttura. Secondo fonti del Pentagono, nelle gabbie di Guantanamo ci sarebbero ancora circa 250 i prigionieri. L’annuncio di Gates, che ha ricoperto il ruolo di capo della Difesa durante il secondo mandato dell’amministrazione di Gorge W. Bush, riflette le intenzioni del nuovo presidente, Obama, il quale ha più volte dichiarato che chiudere il campo di detenzione extra-territoriale “in modo responsabile” sarebbe stata una delle sue priorità. Pochi giorni fa il presidente eletto aveva anche stimato che la chiusura del centro potrebbe essere completata nell’arco di due anni. Oggi, un portavoce del Pentagono ha riferito che Gates “ha chiesto al suo team di elaborare una proposta sul percorso per chiudere la prigione, chiedendo specificamente che i detenuti siano trasferiti ma, allo stesso tempo, proteggendo il popolo americano da pericolosi terroristi”. Aperto nel 2001, il carcere ha ospitato centinaia di sospetti terroristi considerati “nemici combattenti fuori dalla legge”. Oggi però, in molti stanno contestando la loro detenzione presso tribunali civili, un fatto questo che, secondo gli ufficiali del team di Gates, complica estremamente le procedure di chiusura.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©