Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Colpita una scuola cristiana, che è stata incendiata

Rogo Corano: 13 morti e 75 feriti per disordini in India


Rogo Corano: 13 morti e 75 feriti per disordini in India
13/09/2010, 17:09

INDIA - La notizia che il pastore evangelista Terry Jones intendeva bruciare copie del Corano ha generato molta tensione nel mondo. Anche se poi l'intenzione del pastore è rientrata, la tensione è esplosa in India, nella parte al confine del Pakistan, dove si concentrano forti comunità musulmane. Le proteste ben presto sono degenerate in violenze e ci sono stati numerosi morti. Per esempio a Bugdam, sono morti un poliziotto e cinque manifestanti. Altre 5 persone sono morte a Tangmarg. nell'assalto ad una scuola cristiana che è stata bruciata. Un altro morto c'è stato a Brandipora, un altro a Pampore. In totale poi ci sono stati almeno 75 feriti, nelle varie manifestazioni, per lo più dirette contro le comunità cristiane del Paese.
Le manifestazioni si sono incrociate con altre manifestazioni, in corso da settimane, sull'indipendenza del Kashmir, che chiede di essere separata dall'India e diventare autonoma. Tanto che il leader delle proteste separatiste Syed Ali Geelani è stato uno dei primi a voler separare le manifestazioni: "Condanniamo con forza coloro che hanno incendiato la scuola cristiana. Chiedo ai musulmani di proteggere le minoranze e i loro luoghi di culto".
ma la situazione resta tesa, con numerose manifestazioni che non di rado vengono soffocate nel sangue dalla Polizia, che non esita a sparare sulla folla.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©