Romania: 39 bambini uccisi dal morbillo nel 2018. E' emergenza - JulieNews - 1

Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Solo tre cittadini su quattro sono vaccinati

Romania: 39 bambini uccisi dal morbillo nel 2018. E' emergenza


Romania: 39 bambini uccisi dal morbillo nel 2018. E' emergenza
19/04/2018, 15:24

BUCAREST (ROMANIA) - Se in Italia la situazione vaccinazioni è pessima, tanto che il governo è stato costretto ad adottare il decreto Lorenzin con l'obbligo di vaccinazioni, in Romania è ancora peggio. Dall'inizio dell'anno ci sono state 46 morti, di cui 39 bambini; ed è tanto in un Paese che ha meno di un terzo della popolazione del nostro Paese. A differenza che in Italia, dove i morti sono suddivisi tra varie fasce di età, in Romania si concentrano soprattutto tra i bambini e i giovani, dato che fino al 1989 - cioè alla morte di Ceausescu - le vaccinazioni erano obbligatorie. 

Ma oggi i romeni - come gli italiani - sono scettici riguardo i vaccini. Credono alle bufale sul fatto che i vaccini provocano l'autismo oppure che sono pieni di sostanze tossiche e non vaccinano i loro figli. E il risultato è che è il Paese in Europa con il maggior numero di malati e di morti per morbillo. E questo perchè la copertura vaccinale è ai minimi: solo il 75% delle persone ha fatto il secondo richiamo per il morbillo (e fare solo la prima iniezione ha un effetto ridottissimo). E la legge sull'obbligo vaccinale è bloccata in Parlamento da un gioco di veti incrociati, spesso portati avanti da chi per populismo cerca di aumentare il consenso, appoggiando le tendenze più deleterie ma più diffuse nel Paese. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©