Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Previsti tagli a salari pubblici e pensioni

Romania: proteste contro il piano anti-crisi


Romania: proteste contro il piano anti-crisi
19/05/2010, 22:05

BUCAREST - Al centro di Bucarest stamane si è svolta la manifestazione di protesta contro il piano di austerità varato dal governo romeno, che prevede un taglio del 25% ai salari pubblici e del 15% a pensioni e sussidi. Tali misure sembrano l'unica soluzione per rendere la Romania in grado di rispettare gli accordi con il Fondo Monetario Internazionale (FMI), ossia per far rientrare il deficit entro il 6,8% del Pil entro la fine del 2010, condizione sine qua non per ottenere l'ultima tranche del prestito da 20 miliardi di euro (850 milioni di euro).
I sindacati e i lavoratori del settore pubblico si sono immediatamente mobilitati, data la durezza dei tagli decisi dal governo. Più di 40mila persone sono scese nella piazza principale di Bucarest, paralizzando il centro della capitale, per chiedere la revoca del piano anti-crisi.
E' previsto uno sciopero generale dei lavoratori del settore pubblico in data 31 maggio.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©