Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Sul corpo della donna scrive: "Facebook uccide"

Romania: strangola la moglie per gelosia e si suicida

Colesniuc era convinto di essere stato tradito sul network

Romania: strangola la moglie per gelosia e si suicida
07/05/2012, 18:05

DEVA (ROMANIA) - La Rete che permette di mantenere i rapporti personali e stringere nuove amicizie, può anche distruggere vite, intrappolandole in un invadente groviglio di sospetti. "Facebook uccide" ha scritto un rumeno di 37 anni Iulian Colesniuc sul corpo della moglie, dopo averla uccisa e prima di togliersi la vita. Tutto è accaduto a Deva in Romania, nel capoluogo del distretto di Hunedoara, nella regione della Transilvania. L'uomo era convinto che la propria donna l'avesse tradito con una persona conosciuta sul social network. Colesniuc era in Svezia per lavoro. Era tornato nella casa coniugale e con una corda ha strangolato la moglie. Poi, sull'addome della donna ha scritto con un pennarello rosso: Facebook uccide. E si è lanciato dal nono piano del palazzo. Il sospetto di una relazione extraconiugale nata sul social network ha spinto questo uomo a un gesto folle, lasciando orfani due bambini e costringendo gli utenti della Rete a molti interrogativi sui rischi e le incognite del mondo virtuale.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©