Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Dubbi sull'identità del corpo, previsti esami del DNA

Romania: verifiche sul cadavere dell'ex dittatore Ceausescu


Romania: verifiche sul cadavere dell'ex dittatore Ceausescu
21/07/2010, 10:07

BUCAREST (ROMANIA) - I resti di Nicola Ceausescu, dittatore della Romania tra il 1965 e il 1989, sono stati riesumati, insieme a quelli della moglie, per fare degli esami del DNA allo scopo di verificarne l'identità. Non si sa perchè questa decisione è stata presa proprio adesso, nè quale sia la motivazione finale.
Ceausescu è stato dittatore nell'ambito del regime comunista che all'epoca vigeva. Ma lui, la moglie e il figlio avevano un regime di vita poco comunista: gioielli e pellicce per la moglie, conti all'estero per lui, e così via. Questo, unito alle misure draconiane prese negli anni '80 per risanare il debito (esportazioni massicce di cibo e carburante, che trasformarono il Paese produttore in un posto dove il cibo era razionato e in inverno non ci si poteva riscaldare) scatenò nel dicembre 1989, subito dopo la caduta del muro di Berlino, una rivoluzione (secondo alcuni un colpo di Stato) che costrinse moglie e marito a tentare di fuggire in elicottero. Tentativo fallito a poca distanza dal confine, quando furono catturati mentre vagavano senza meta nelle campagne, dopo aver abbandonato l'elicottero. Il 25 dicembre 1989 marito e moglie furono condannati a morte da un tribunale sommario e fucilati immediatamente dopo. I corpi furono sepolti nel cimitero di Ghencea, a Bucarest, da cui sono stati estratti

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©