Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Nel 2006 già provarono ad ucciderla

Russia : Picchiata e rapinata la giornalista Milashina

Molti reporter del Novaya Gazeta hanno subito violenze

Russia : Picchiata  e rapinata la giornalista Milashina
05/04/2012, 18:04

MOSCA - Questa volta è toccato a Yelena Milashina. La  giornalista del periodico russo Novaya Gazeta, è stata picchiata e rapinata e per poco non ha rischiato di perdere la vita.   Non può considerarsi un episodio senza precedenti quello che si è verificato a Mosca. Sono molti i  collaboratori del quotidiano dell’opposizione  che hanno subito  minacce, aggressioni o addirittura uccisi. In passato a perdere la vita fu Anna Politkovskaya.
La Milashina, diventata famosa per i reportage del nord del Caucaso e sulla corruzione tra i ranghi della polizia, aveva già rischiato di essere picchiata: “Cercarono di picchiarmi nel 2006 a Beslan, ma fallirono” riferisce la giornalista, “Adesso, invece, ci sono riusciti. E a Balashika”.
Yelena ha raccontato quanto accaduto a lei ed un suo amico mentre passeggiavano per le strade di Balashikha, nella regione di Mosca: “Due persone mi hanno aggredita e si sono accanite colpendo con i pugni i miei denti”. “ Ci avrebbero ucciso” se non fossero intervenuti tre passanti, continua a spiegare la giornalista.
Al momento ne Lebedev e Mikhail Gorbaciov, proprietari del quotidiano, ne la cronista ipotizzano un collegamento diretto tra l’aggressione e l’attività giornalistica, ma “qualche interrogativo va posto: gli assalitori sembravano più interessati a picchiare che al denaro” ha aggiunto Milashina.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©