Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Si tratta di Lebedev, ex agente del Kgb e magnate russo

Russia: altro avversario di Putin processato per inezie


Russia: altro avversario di Putin processato per inezie
27/09/2012, 10:01

MOSCA (RUSSIA) - Un altro processo in Russia contro un oligarca, la cui colpa è solo di non essere allineato con il premier Vladimir Putin. Si tratta di Aleksandr Lebedev, uscito dal Kgb nel 1992 con il grado di tenente colonnello e subito lanciatosi negli affari come azionista dimaggioranza della National Reserve Bank, una delle più grandi banche russe. Dopo di che si è gettato nel settore delle telecomunicazioni acquistando i quotidiani inglesi The Indipendent ed Evening Standard e il quotidiano russo Novaya Gazeta, lo stesso per cui lavorava Anna Politkovskaja. Ha anche acquistato l'Aereoflot, la compagnia di bandiera russa. 
Nonostante questo, tutto bene fino a pochi anni fa. Poi Lebedev ha cominciato ad avvicinarsi ai partiti di opposizione, finanziando il blogger Aleksej Navalny e facendolo entrare nel consiglio di amministrazione dell'Aereoflot. Azioni di questo genere e il fatto che il suo quotidiano evidenzi gli episodi di corruzione di Putin e degli uomini che lo circondano, non lo ha reso simpatico al regime. E così eccolo sbattuto in galera: durante una trasmissione TV gli mandano un provocatore che gli fa perdere le staffe. Lebedev l'ha spinto via, ed è stato accusato di teppistaggio di tipo hooligan, un reato che in Russia prevede una pena fino a 7 anni di galera. E una volta che finisce in galera, in Russia sono ancora in grado di gettare la chiave in un tombino e dimenticarsela. 
Intanto procede l'approvazione di leggi repressive della libertà individuale. Come quella che considera alto tradimento chiunque riveli infornazioni ad organizzazioni straniere (quindi magari verrebbe incarcerato il deputato dell'opposizione che parla al giornale straniero?) o quella che crea il reato di "insulto ai sentimenti religiosi". In un Paese che fino a 20 anni fa faceva dell'ateismo un proprio vanto...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©