Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il bilancio provvisorio è di 18 morti e 40 feriti

Russia, attentato in stazione: donna kamikaze si fa esplodere

Si teme per le Olimpiadi Invernali

Russia, attentato in stazione: donna kamikaze si fa esplodere
29/12/2013, 13:18

VOLGOGRAD (RUSSIA) - Un portavoce della Commissione inquirente russa ha riferito che una donna kamikaze si è fatta esplodere nella stazione ferroviaria di Volgograd, cittadina russa di un milione di abitanti al confine con il Caucaso settentrionale, provocando la morte di almeno 18 persone, secondo il bilancio provvisorio, e ferendone altre quaranta.

L’esplosione è avvenuta intorno alle 12,45 ora locale, le 9,45 in Italia, e l’attentato è stato compiuto nella zona dei metal detector posti all’ingresso della principale stazione ferroviaria della città. Già due mesi un attentatore aveva ucciso sei persone facendosi saltare in aria su un bus pieno di persone a Volgograd. Il ministero degli Interni russo ha rafforzato le misure di sicurezza in tutte le stazioni ferroviarie e gli aeroporti della Russia. Il presidente Vladimir Putin ha chiesto alla Commissione inquirente di adottare tutte le misure necessarie per garantire sicurezza e assistenza alle vittime dell’attentato odierno. Volgograd è una città in ci le province musulmane sono tutte coinvolte nell’insurrezione islamista. Il leader della rivolta ha diffuso alcuni mesi fa un video in cui dice che userà la massima forza affinché il presidente Putin non riesca a giovarsi della ribalta offerta dalle Olimpiadi Invernali. Ciò contribuisce a rafforzare il timore per quello che potrebbe succedere durante le prossime Olimpiadi Invernali, che si terranno a Sochi, una città russa sul Mar Nero a partire dal 4 febbraio 2014.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©