Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Nuovo attentato a 48 ore da quello di Mosca

Russia: duplice attentato in Daghestan, 11 morti


Russia: duplice attentato in Daghestan, 11 morti
31/03/2010, 09:03

KIZLYAR (RUSSIA) - Nuovo duplice attentato in Russia, dopo quello di lunedì a Mosca che ha provocato 39 morti. Questa volta l'attentato è avvenuto a Kizlyar, città del Daghestan, regione del Caucaso vicina alla Cecenia, nel sud della Russia. Una prima esplosione ha investito una autovettura della Polizia che passava per strada, poco lontano da una stazione di polizia e dalla sede locale dell'Fsb (i servizi segreti russi, quello che una volta era il Kgb). Nell'esplosione sono morti i due agenti che erano a bordo dell'autovettura. Immediatamente si è formato il solito assembramento di curiosi, poliziotti ed investigatori. E a quel punto è entrato in azione un kamikaze, travestito da poliziotto, che si è fatto esplodere in mezzo alla folla. L'esplosione ha ucciso sette persone, di cui cinque poliziotti, un investigatore ed un passante. CI sono stati anche decine di feriti coinvolti nelle due esplosioni. Di questi, due sono morti poco dopo il loro ricovero in ospedale.
Anche in questo caso da Mosca si attribuisce la responsabilità al terrorismo ceceno e si promettono dure rappresaglie contro i colpevoli del duplice attentato.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©