Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Impressionante la violenza usata

Russia: ecco il pestaggio inflitto al giornalista Kashin



Russia: ecco il pestaggio inflitto al giornalista Kashin
08/11/2010, 14:11

RUSSIA - E' sempre in terapia intensiva Oleg Kashin, il giornalista russo del quotidiano Kommersant massacrato a bastonate mentre tornava dal lavoro. Ha gravi ferite alla testa, entrambe le gambe ed un braccio rotti, oltre a ferite più o meno in tutto il corpo.
E guardando il filmato allegato, si capisce il perchè. E' un filmato DA VEDERE SAPENDO CHE CONTIENE IMMAGINI DI VIOLENZA ESPLICITE. E' ripreso da una telecamera di sorveglianza, quindi la qualità non è eccezionale. Ma si vede Kashin che viene aggredito sia da davanti che da dietro da due persone, che lo colpiscono subito con violenza alla testa. Poi si dividono i compiti: uno gli tiene fermo gli arti e l'altro colpisce con vioplenza usando un corto bastone, fino a romperglieli. Con calma e metodo, sicuri di non essere disturbati, gli spezzano un braccio e le gambe. Poi continuano a picchiarlo col bastone, anche quando il giornalista ormai non reagisce più. Dopo un po' però riesce a riprendersi e a trascinarsi in un luogo illuminato. Qui un passante lo vede e chiama l'ambulanza, che lo porta in ospedale. Allo stato, è l'unico mezzo, questo, per identificare gli aggressori, perchè Kashin non ha ancora ripreso conoscenza e non si sa se mai la riprenderà, perchè - nonostante l'intervento chirurgico a cui è stato sottoposto - i danni al cervello sono gravissimi.
Ma è difficile che le indagini diano risultati: incaricato delle stesse è il Pubblico Ministero che indagò anche sugli assassini della giornalista Anna Politkovskaja. Con risultati che si possono definire pessimi senza tema di smentita.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©