Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Russia: fine delle misure antiterroristiche in Cecenia


Russia: fine delle misure antiterroristiche in Cecenia
16/04/2009, 14:04

A partire dalla mezzanotte di domani, in Cecenia non saranno più in vigore le misure di sicurezza antiterrorismo da parte dell'esercito russo. Questo viene presentato dal governo russo come un successo della lotta contro il terrorismo ceceno, che comunque continuerà con mezzi "ordinari". Oltre a questo la misura comporta il rientro nel territorio russo di circa la metà dei 50 mila soldati presenti in quella zona.
In realtà, è solo quest'ultima parte che cambia rispetto a prima, cioè il rientro dei soldati. La realtà è che in Cecenia i russi hanno sterminato migliaia di civili, realizzando una vera e propria pulizia etnica lontano dalle telecamere. Adesso evidentemente la popolazione nelle zone più ribelli è stata così ridotta, che bastano 20-30 mila soldati, al posto dei 50 mila finora presenti, ma per il resto non cambia nulla. Continueranno i bombardamenti dei villaggi, gli stupri di massa da parte dei soldati, le persone giustiziate sommariamente; e soprattutto continueranno gli omicidi di tutti quei giornalisti che oseranno parlare di quello che succede in Cecenia, come Anna Politkovskaja

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©