Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

A causa della crisi dell’Ucraina

Russia fuori dal G8, leader mondiali diserteranno Sochi

Prossimo summit a giugno a Bruxelles

Nella foto Obama e Putin
Nella foto Obama e Putin
25/03/2014, 09:09

ROMA  -   I leader mondiali riuniti all'Aia per il summit sulla sicurezza nucleare hanno annunciato la decisione  di disertare il previsto vertice di Sochi , a causa della crisi ucraina, allo scopo di isolare la Russia, e di riunirsi a Bruxelles il prossimo mese di giugno.  

Durante la riunione hanno inoltre ribadito la possibilità di un rafforzamento delle sanzioni contro Mosca se quest'ultima non dovesse riuscire a fermare l'escalation della crisi in Ucraina. La Russia quindi  è formalmente sospesa dal club dei grandi.

Da parte sua Mosca , per mezzo delle parole del ministro degli Esteri Sergey Lavrov, fa sapere di non vedere alcuna "grande tragedia" nell'espulsione della Russia  dal gruppo del G8, dopo l'annessione della Crimea alla Federazione russa.

"Se i nostri partner occidentali ritengono che questo format sia morto, allora così sia. Alla fin fine, non stiamo cercando di portare avanti questo format e non riteniamo sia una grande tragedia se (il G8) non si incontra", ha spiegato   ai giornalisti, dopo avere incontrato separatamente per un bilaterale il segretario di Stato Usa John Kerry e il ministro degli Esteri ad interim ucraino Andriy Deshchytsya.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©