Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

"Kiev non è pronta" dichiara il premier russo

Russia, no interferenza accordo Kiev- Ue

No di Medvedev dei ministri a manifestazioni contro regole

Russia, no interferenza accordo Kiev- Ue
06/12/2013, 18:00

MOSCA- Kiev non firma l'accordo di associazione con l'Unione europea, perchè secondo il premier russo Dmitri Medvedev, " non è pronta" . "La decisione su dove debba collocarsi l'Ucraina e cosa debba fare, deve essere presa dall'Ucraina stessa. È una loro prerogativa" ha dichiarato il primo ministro, difendendosi così da chi ha sospettato l'intervento di Mosca sul dietrofront nell'accordo.

La Russia "non è indifferente a quello che succede" ammette il premier Medvedev che  aggiunge: "Inoltre  l'Ucraina è un partner commerciale importante per noi, come noi per l'Ucraina". "Non siamo contrari all'integrazione dell'Ucraina con qualcuno, ma devono calcolare a cosa questo porterà", continua il capo di governo russo. "I nostri partner ucraini - ha spiegato Medvedev - hanno valuto e capito che in questo momento non sono pronti e non hanno firmato l'accordo. Hanno preso la loro decisione in conformità con la Costituzione e senza alcuna violazione"."Quella di oggi è una situazione difficile" conclude il premier russo.

Medvedev sottolinea con forza sulla questione secondo cui  "di tutti questi problemi devono occuparsi la leadership e la società ucraina, non gli stranieri, né la Russia". "Arrivano i nostri partner a livello di ministri degli affari Esteri e non solo vanno a parlare con il governo e l'opposizione, cosa normale, ma vanno anche a manifestazioni che si svolgono contro le regole vigenti per l'organizzazione di riunioni di massa. Partecipare a tali eventi può essere definito solo un'interferenza negli affari interni" denuncia il capo di governo russo.

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©