Dal mondo / America

Commenta Stampa

Continua la questione sulla talpa del Datagate

Russia: "Qui Snowden non c'è stato, non potevamo arrestarlo"


Russia: 'Qui Snowden non c'è stato, non potevamo arrestarlo'
25/06/2013, 11:56

MOSCA (RUSSIA) - Continua la tensione diplomatica tra gli Usa e la Russia, a proposito della vicenda di Edward Snowden, la talpa della Nsa che ha svelato al mondo che gli Usa spiavano tutti, in Italia e all'estero. 
Lunedì l'amministrazione Obama aveva accusato la Russia di non aver arrestato Snowden che, proveniente da Hong Kong e diretto in Ecuador, era salito su un aereo diretto là. E oggi è arrivata la risposta del Ministro degli Esteri Lavrov. Il quale ha specificato che il ricercato non è mai arrivato su territorio russo, perchè non ha mai superato quello che è il confine aeroportuale (cioè la zona dei controlli al passaporto). Per cui le accuse degli Usa, che "la Russia abbia violato le leggi americane, quasi in un complotto" sono false ed infondate. 
Intanto Julian Assange, parlando ai giornalisti, ha riferito che Snowden è al sicuro e che lui l'ha aiutato a scappare verso l'Ecuador, dove l'ex tecnico della Nsa ha chiesto asilo politico. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©