Dal mondo / America

Commenta Stampa

Anche Gates pronto a testimoniare contro il presidente

Russiagate: il procuratore Mueller ora punta ai soldi del genero di Trump


Jared Kushner con la moglie e con il presidente Trump
Jared Kushner con la moglie e con il presidente Trump
20/02/2018, 09:43

WASHINGTON (USA) - Mentre il presidente Donald Trump è in vacanza per il week end lungo del "President day", e si diverte ad insultare tutti via Twitter (solo lunedì se l'è presa con i mass media per il Russiagate, con Barack Obama e con l'Fbi), il procuratore speciale Mueller continua le sue indagini sul Russiagate. In particolare adesso sta puntando sul genero di Trump, Jared Kushner, e sui suoi rapporti commerciali in qualità di vice presidente della Trump Organisation. In particolare, per quanto riguarda il Russiagate, si sta esaminando il fatto che tutti i contatti con i russi di Trump sono avvenuti tramite il genero. Ma non solo i russi. Emergono infatti incontri anche con i dirigenti di Anbang Insurance, una società cinese che possiede anche l'Hotel Astoria. 

Secondo il Los Angeles Times, potrebbe testimoniare anche Richard Gates, ex consigliere della campagna elettorale di Trump. Sembra infatti che abbia raggiunto un accordo, come prevedono le leggi statunitensi. Si dichiarerà colpevole di frode e avrà una pena mite, in cambio delle sue testimonianze su due transazuioni illegali ricevute da Paul Manafort - braccio destro di Trump in campagna elettorale - da due lobbisti non ufficiali del governo ucraino. Si parla di milioni di dollari, per garantire un appoggio degli Usa al governo ucraino contro la Russia. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©