Dal mondo / America

Commenta Stampa

La nuova rivelazione ha conseguenza imprevedibili

Russiagate: "Trump disse al suo avvocato di mentire al Parlamento"


Russiagate: 'Trump disse al suo avvocato di mentire al Parlamento'
18/01/2019, 18:15

WASHINGTON (USA) - Nuova accelerazione nel Russiagate, l'indagine sui rapporti che Trump ebbe con esponenti vicini al presidente Vladimir Putin prima delle elezioni presidenziali del 2016. Questa volta è il sito Buzzfeed che afferma che il presidente Usa dette ordine al suo avvocato Michael Cohen di mentire al Congresso sui negoziati per la costruzione di una Trump Tower a Mosca. La circostanza è già stata accertata: Cohen disse che le trattative durarono fino a gennaio 2016 mentre i magistrati hanno accertato che si prolungarono ben oltre l'estate dello stesso anno. La novità è che la menzogna di Cohen fu detta per ordine di Trump. Cosa che costituirebbe la più grande violazione di legge scoperta finora nell'ambito del Russiagate. 

Del resto adesso Cohen non ha più motivo di difendere Trump. Il presidente l'ha abbandonato e non ha mosso un dito mentre veniva condannato a 3 anni di carcere per aver pagato nel 2016 due donne per conto di Trump per impedire che con le loro rivelazioni creassero un danno politico all'attuale presidente. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©